Le tre qualità in astrologia

20 maggio
400 540

Le tre categorie dei segni zodiacali: cardinali, fissi, mobili

I segni zodiacali si dividono in 3 categorie: Cardinali, Fissi e Mobili, le quali influenzano il rapporto che l’individuo ha con il suo ambiente. Questo tipo di suddivisione deriva dal tipo di stagione a cui ognuno dei dodici segni appartiene. Nell’astrologia occidentale, infatti, i segni zodiacali sono associati a una fase delle quattro stagioni dell’anno (primavera, estate, autunno, inverno). Ogni segno è espressione di quella particolare fase della natura. In ognuna delle 4 stagioni vi è infatti una tripartizione:

Segni Cardinali

segni di inizio stagione, corrispondono ai mesi in cui la stagione cambia. Sono i “punti cardinali” dell’anno (i solstizi e gli equinozi) quelle “porte” che aprono le nuove stagioni e cambiano radicalmente le condizioni climatiche, ambientali ma anche le abitudini sociali, le fasi della coltivazione, e via dicendo. Proprio per questa loro corrispondenza con i punti cardinali dell’anno, questi 4 segni si definiscono “Segni Cardinali”, e sono:

  • l’Ariete (Cardinale di Fuoco) dà l’avvio alla Primavera, il 21 Marzo (Equinozio di primavera)
  • il Cancro (Cardinale d’Acqua)dà l’avvio all’Estate, il 22 Giugno (Solstizio d’estate)
  • la Bilancia (Cardinale d’Aria)dà avvio all’Autunno, il 23 Settembre (Equinozio d’autunno)
  • il Capricorno (Cardinale di Terra) dà avvio all’Inverno, il 22 Dicembre (Solstizio d’inverno)

Proprio per il fatto che sono posti all’inizio di ciascuna stagione e che devono esprimere una potenza sufficiente a marcare il “cambio” da una stagione all’altra, i segni cardinali si trovano a proprio agio con gli inizi e con le novità, mentre la continuità non è il loro forte. Possono essere considerati degli iniziatori, capaci di portare in azione le loro idee e di raggiungere i loro obiettivi.
Parola chiave dei segni cardinali
: iniziativa

Segni Fissi

I segni di centro stagione, sono quei segni che corrispondono ai mesi “centrali” di ciascuna stagione, ovvero, i mesi in cui le energie della stagione si stabilizzano. Si definiscono “Segni Fissi”, e sono:

  • il Toro (Fisso di Terra) che corrisponde in buona parte al mese di maggio
  • il Leone (Fisso di Fuoco) che corrisponde in buona parte al mese di agosto
  • lo Scorpione (Fisso d’Acqua) che corrisponde in buona parte al mese di novembre
  • l’Acquario (Fisso d’Aria) che corrisponde in buona parte al mese di febbraio

I segni Fissi esprimono il principio della continuità, della costanza e della prosecuzione delle cose nel tempo. Amano creare, rafforzare e difendere punti fermi e certezze. Sono coloro che mandano avanti i progetti li seguono fino alla fine, ma possono essere anche testardi ed inflessibili. Sono “fermi”, spesso inamovibili, se non cambiano idea da soli, è difficile convincerli. Però sono anche i più solidi e costanti.

Parola chiave dei segni fissi
: consolidamento

Segni Mobili

La terza ed ultima categoria, infine, è quella dei segni corrispondenti ai mesi che “chiudono” ciascuna stagione e contemporaneamente introducono la stagione successiva. Si definiscono “Segni Mobili” e sono:

  • Gemelli (Mobile d’Aria) che chiude la primavera e introduce l’estate
  • la Vergine (il Mobile di Terra) che chiude l’estate ed introduce l’’autunno
  • il Sagittario (il Mobile di Fuoco) che chiude l’autunno e introduce l’inverno
  • Pesci (il Mobile d’Acqua) che chiude l’inverno e introduce la primavera.

I segni Mobili, proprio per questa loro natura di “ponte” tra due stagioni, di zona di transizione in cui alcune caratteristiche della stagione uscente si sovrappongono a quelle della stagione entrante, sono caratterizzati da una fortissima elasticità. Essi dono adattabili, flessibili, versatili, ma anche più influenzabili dall’ambiente circostante.  I Segni Mobili si adattano facilmente alle condizioni che cambiano, e non hanno un particolare ordine del giorno. Possono, comunque, essere poco determinati e inconsistenti e fare fatica a “definirsi”, a mettere confini certi tra sé e gli altri, a dire i loro “no”.

Parola chiave dei segni mobili
: cambiamento

  • un inizio (l’inizio di una stagione, per esempio la primavera)
  • una stabilizzazione (le energie naturali aumentano, diventano più forti, calde, intense)
  • il declinare (la primavera lascia il passo all’estate)

All’interno di ogni stagione, abbiamo quindi, una fase di crescita di un fenomeno luminoso, una stabilizzazione e infine una diminuzione di questo stesso fenomeno luminoso (tipico di quella stagione).

Per questa ragione abbiamo:

  • Segni di inizio stagione (Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno)
  • Segni di centro stagione (Toro, Leone, Scorpione, Acquario)
  • Segni di fine stagione (Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci)

In un tema natale potremo avere una maggioranza di segni cardinali, oppure un mix di segni cardinali e mobili, oppure di segni cardinali e fissi. Possono essere diverse le combinazioni. Se per esempio avremo una prevalenza di segni cardinali e mobili potremo avere una persona curiosa, flessibile, amante delle novità, che si mostra moto proattiva quando si tratta di iniziare qualcosa di nuovo, ma che può avere qualche difficoltà a portare avanti ciò che ha iniziato.

 

Fonte: oroscopo.virgilio.it

20 maggio
400 540