Muffa sulle pareti di casa? Usa questa fragranza profumata

22 aprile
409 217

La muffa nera sulle pareti di casa è un ospite insopportabile: sgradevole allo sguardo e dannoso per la struttura, è possibile liberarsene senza ricorrere a prodotti chimici dalle esalazioni dannose. La soluzione esiste ed è naturale al 100%.

Sbarazzarsi completamente delle macchie e delle spore causate dalla muffa nera può sembrare un’impresa impossibile e, quando ci si riesce, spesso è accompagnata dallo sgradevole retrogusto di prodotti a base di candeggina. Esistono tuttavia dei rimedi a base di oli essenziali che riescono sia ad eliminare ogni traccia delle orribili spore, sia a lasciare un fresco profumo alle pareti di casa.

Quel che non va mai assolutamente fatto è utilizzare della semplice acqua di rubinetto: la muffa prospera proprio grazie alle condizioni generate dall’umidità e bagnarla ulteriormente porta generalmente a una soluzione soltanto temporanea, che con il tempo rischia di nutrire ulteriormente queste inestetiche macchie.

Di fronte ad un accumulo di spore sui mobili, sulle pareti e sul soffitto di casa, invece, è meglio intervenire in maniera delicata ma efficace con gli oli essenziali, che permettono di penetrare tra i funghi che le compongono, interrompendo il loro stesso processo di crescita.

In particolare l’olio essenziale dell’albero del tè (noto per la sua fragranza rinfrescante e le sue proprietà antimicrobiche) è un’ottima alternativa ai disinfettanti commerciali di sintesi. Esso riesce non soltanto ad eliminare le macchie ma anche a ridurre notevolmente la concentrazione di muffa nell’aria. I suoi principi attivi, infatti, causano la rottura delle strutture che compongono le muffe, facendo perdere loro ogni efficacia.

L’olio può essere applicato direttamente sulla superficia colpita, diluendone due cucchiaini in una tazza d’acqua e poi spruzzandolo direttamente sulla muffa con una bottiglietta spray. Per prolungarne gli effetti, inoltre, basta aggiungere qualche goccia di olio essenziale dell’albero del tè in un diffusore per ambienti o, in alternativa, utilizzare dei bastoncini d’incenso che lo contengono. In questo modo, l’evaporazione all’interno della stanza riuscirà a prevenire una nuova formazione delle spore stesse.

Fonte: www.supereva.it

22 aprile
409 217